ultimi articoliArticoli del dott. Tommaso Savoia

Chirurgia Plastica Obiettivo Seno

02/09/2010



Piccolo e quasi inesistente. Voluminoso e pesante. Come e quando intervenire in entrambi i casi e fare la scelta giusta.

 

di LIVIA ZACCHETTI

 

Lo dicono gli ultimi dati Eurispes: il numero delle donne che si rivolgono al chirurgo estetico per modificare
il volume del seno é in costante aumento,ed è ormai pari al 60%. La paziente tipo ? Intorno ai 34 anni ma,
dicono sempre gli ultimi dati, sono in crescita le giovanissime (16∙18anni) che vogliono un seno tutto nuovo
(in genere, più voluminoso). In Gran Bretagna, addirittura complici le cliniche é di moda regalare un vucher
per rifarsi il seno come regalo di Natale. Attenzione pero: bisogna sempre ricordare che si tratta di un
intervento chirurgico. Ecco quindi le indicazioni per una scelta consapevole.

 

AUMENTARE IL VOLUME:
MASTOPLASTICA ADDITIVA

Intervento: si inseriscono protesi al silicone. Dura mezz’ora e pub avvenire in anestesia locale o generale, in
day hospital o con una notte di degenza.

Protesi: vengono inserite incidendo nella zona vicino all’areola oppure nel solco mammario o nel cavo
ascellare a seconda delle indicazioni all`intervento.
Se il seno è svuotato e cadente, come dopo l`allattamento o una forte perdita di peso, si può inserire la
protesi e contestualmente correggere Ia caduta del seno togliendo la pelle intorno all`areola.

Dopo l"intervento: si può avvertire una sensazione di fastidio, come quando si é ecceduto in palestra con
gli esercizi per i pettorali. Dopo 48 ore vengono rimossi cerotti e medicazioni e si deve indossare per 3
giorni un reggiseno preformato sportivo senza ferretti, che separi bene le mammelle. Dal terzo giorno
E per un mese si devono eseguire massaggi specifici (5 minuti al giorno). Dopo due settimane le cicatrici
sono quasi guarite e scompare la sensazione di corpo estraneo. No a per i pettorali per 4 mesi.

Controlli: è bene controllare le protesi facendo un’ecografia una volta all’anno

Rischi: Può verificarsi un incapsulamento, cioè la produzione di materiale fibroso intorno alla protesi che
rende il seno duro e dolente. In questo caso è necessario rimuovere le protesi ed inserirne di nuove.
Costo dai 4.500 ai 7.500 euro.

 

 


 

 

PER ALLEGGERIRLO:
MASTOPLASTICA RIDUTTIVA

Intervento: ridurre il volume del seno quando è troppo pesante, Dura circa due ore e avviene in anestesi
generale con uno o due giorni di ricovero.
lncisioni: sono almeno due, una intorno all’areola e l’altra con un taglio verticale dal punto più basso di
questa fino al solco mammario. A volte, se il seno è particolarmente voluminoso, ne serve una terza
orizzontale chiamata “ad ancora”(Una T capovolta)

Dopo l’intervento: il dolore é lieve. Dopo 48‐72 ore si deve mettere un reggiseno di sostegno simile
A quelli sportivi. l punti si riassorbono da soli in 10 giorni. Per questo periodo, massimo riposo; non
sollevare le braccia sopra Ia testa o guidare l’auto.
No al sole. Prima dell’intervento è bene eseguire una mammografia da ripetere a distanza di un anno.

Rischi: raramente può verificarsi una sofferenza vascolare dell’areola.

Costi: se il volume del seno rappresenta un ostacolo allo svolgimento delle normali funzioni quotidiane dal
punto di vista ortopedico, l’operazione è a carico del Servizio sanitario nazionale. Privatamente costa dai
5.500 ai 10.000 euro circa.

 

 


 

 

Info:
Medicalb@medicalb.191.it
www.medicalb.it - Società italiana di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica (www.sicpre.org)

Con la collaborazione del dottor Tommaso Savoia, chirurgo plastico del Centro polispecialistico Medical
B di Busto Arsizio, provincia di Varese



iscrizioni
newsletter chirurgia estetica plastica italia
Iscriviti alla nostra newsletter e sarai informato sulle novità del portale.
 
newsletter chirurgia estetica plastica italia
Sei un chirurgo plastico
o un medico estetico?
Iscriviti al nostro portale!